Il pari con lo Zenith – Analisi e spunti del 4° pari di fila

Il pari con lo Zenith – Analisi e spunti del 4° pari di fila

L’analisi del pari casalingo conquistato dalla Baldaccio Bruni con lo Zenith Audax e il link con la partita integrale trasmessa da Teletruria. 

Si allunga per la Baldaccio Bruni Anghiari la serie dei pareggi in campionato. L’1-1 con lo Zenith maturato ieri al Saverio Zanchi nel 13° turno del Girone B di Eccellenza Toscana è stato infatti il 4° “x” consecutivo per il team biancoverde dopo quelli con Porta Romana, San Gimignanosport e Fortis Juventus. Occasione sfumata quindi per la squadra guidata da Tommaso Guazzolini che non è riuscita a mantenere il vantaggio arrivato al 13’ grazie alla prima rete in stagione di Bruschi. Gli anghiaresi hanno disputato un ottimo 1° tempo ed hanno costruito diverse occasioni per raddoppiare, ma poi nella ripresa hanno dovuto fare i conti con il pari ospite firmato da Marseglia.

Un gol per parte e un rigore fallito per parte a testimoniare i decisivi interventi dei due portieri. La Baldaccio ha dato tutto e ha attaccato nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Invernizzi (nell’occasione del rigore sbagliato), senza però riuscire a trovare il colpo risolutore ed ha così mancato l’appuntamento con una vittoria che manca ormai da un mese (ultimo acuto con il Badesse in casa il 3 novembre). I biancoverdi nell’arco dei 90 minuti si son fatti preferire agli ospiti (per rivedere la partita integrale trasmessa ieri sera da Teletruria CLICCA QUI), ma questo non è bastato per ritrovare il successo e migliorare ulteriormente la posizione in classifica (che con 19 punti all’attivo resta comunque buona).

La Baldaccio ha dato ancora una volta la sensazione di essere squadra competitiva anche se non è probabilmente ancora riuscita ad effettuare quel definitivo salto di qualità che, per il valore del gruppo e per le prestazioni disputate, sembra alla portata. Questo forse il principale motivo di rammarico in un torneo equilibrato ed ancora molto incerto. La stagione è lontana dall’esprimere valori definitivi e se i biancoverdi riusciranno ad effettuare un ulteriore step di crescita ci sarà lo spazio per recitare un ruolo di spessore. Allo stesso tempo però, proprio perché la classifica è corta e perché l’equilibrio regna, è necessario non sprecare troppe chance.

Nessun rimpianto sui 3 rigori sbagliati, così come giustamente sottolineato a fine partita da mister Guazzolini, anche se sono costati “numeri alla mano” 5 punti in graduatoria. La storia del calcio ad ogni livello ci ha insegnato che “i rigori li sbaglia chi si prende la responsabilità di tirarli” e questo fa parte del gioco. Gli episodi non hanno finora sorriso ai biancoverdi, ma la cosa importante è continuare a lavorare sodo e non perdere l’entusiasmo. La ruota gira e questa Baldaccio possiede le qualità per farla girare a proprio favore.

FORZA BALDACCIO..!!

 

Scrivi un Commento

(richiesto)

(richiesto)