Serve un risultato utile in casa con il Castelnuovo per certificare la salvezza

Serve un risultato utile in casa con il Castelnuovo per certificare la salvezza

Nel 4° e ultimo match dei play out la Baldaccio affronterà tra le mura amiche il team della Garfagnana con l’obiettivo di conquistare quel punto che manca per centrare la salvezza

La Baldaccio Bruni è pronta per affrontare quella che la società anghiarese spera sia l’ultima sfida di questa lunga stagione. Nel 4° match dei play out valevoli per la permanenza nel campionato di Eccellenza Toscana (6^ giornata complessiva considerando tutti gli incroci in calendario) il team di mister Palazzi ospita infatti al Saverio Zanchi il Castelnuovo Garfagnana (DOMENICA, calcio d’inizio alle 15:00) con l’obiettivo di centrare la definitiva salvezza. I biancoverdi nelle 3 partite finora disputate hanno raccolto 5 punti e comandano la classifica pari merito con il Castelfiorentino (che ha già completato il suo percorso), mentre il Castelnuovo occupa al momento l’ultima posizione con 2 punti all’attivo (3 gare fino a qui giocate) dopo aver raggiunto mercoledì scorso in pieno recupero (al 97′) il pareggio interno con il team fiorentino.

CHIARIMENTI SUL REGOLAMENTO

Per certificare aritmeticamente la permanenza nel massimo campionato dilettantistico regionale la Baldaccio avrà a disposizione due risultati su tre. In caso di successo o di pareggio gli anghiaresi saranno matematicamente salvi (retrocessione per il Castelnuovo), mentre in caso di sconfitta tutte tre le formazioni si troverebbero appaiate a quota 5 punti ed il discorso si farebbe decisamente più intricato. A centrare direttamente la permanenza in categoria sarebbe la compagine con la miglior differenza reti, mentre le altre due sarebbero costrette ad un ulteriore “spareggio secco” in campo neutro.

Questa la situazione attuale per differenza reti: Baldaccio a +2 con 2 gol segnati e 0 subiti (dato non ancora definitivo visto che manca una gara), Castelfiorentino a +1 con 4 reti siglate e 3 incassate (il dato in questo caso è definitivo), Castelnuovo a -3 con 1 centro all’attivo e 4 al passivo (ma anche qui il computo potrebbe cambiare nell’ultimo turno). Se la parità tra due squadre dovesse persistere anche considerando la differenza reti relativa al triangolare, ad entrare in gioco sarebbe la differenza reti fatta registrare nel corso della regular season. Come indicato dal Comitato Regionale Toscano nel bollettino “trattandosi di gironi non omogenei, al fine di una corretta comparazione, sentito anche il parere della LND, sarà calcolato un dato medio tenendo conto del numero di gare disputate da ciascuna squadra nell’intero campionato”. Nella regolar season il dato è ovviamente definitivo per le 3 squadre e vede avanti a tutti il Castelfiorentino con -0,416 (dif. reti -10 su 24 gare), seguito dalla Baldaccio con -0,454 (dif. reti -10 ma su 22 partite) e Castelnuovo con -0,541 (dif. reti -13 su 22 match).

Cosa significa tutto questo? Che i biancoverdi non potranno perdere perché in questo caso la differenza reti nel triangolare sarebbe uguale o peggiore rispetto a quella del Castelfiorentino ed essendo inferiore la differenza reti media in campionato, si concretizzerebbe l’ulteriore spareggio “secco” con il Castelnuovo (che per avere una differenza reti migliore alle altre contendenti e per salvarsi direttamente dovrebbe, numeri alla mano, vincere con 5 gol di scarto al Saverio Zanchi). Spiegazione complicata, ma chiarimento doveroso per illustrare il regolamento e le ipotesi, evidenziando le particolarità di criteri che chiamano in causa quanto è avvenuto non solo nel triangolare, ma anche nel corso di campionati che hanno gironi, numeri di partite, avversarie e storie decisamente diverse. Detto questo giusto guardare oltre e concentrarsi sulla sfida di domenica in cui la Baldaccio dovrà conquistare un risultato utile.

CONCENTRATI VERSO L’OBIETTIVO

Concentrati sull’obiettivo, perché la Baldaccio è PADRONA DEL PROPRIO DESTINO E HA LE CARTE IN REGOLA per conquistare un risultato utile e per FESTEGGIARE LA SALVEZZA. Il messaggio è chiaro e l’attenzione della squadra dovrà esser focalizzata solamente sul campo e sulla necessità di GIOCARE PER VINCERE senza pensare a tutto il resto. Un pareggio andrebbe bene lo stesso, ma i biancoverdi non dovranno fare calcoli per non tenere la situazione in bilico. Il gruppo è pronto alla sfida e ha dimostrato di avere le qualità, la determinazione e lo spirito di sacrificio che servono per centrare IL MERITATO obiettivo, lottando su ogni pallone, dando l’anima per questa gloriosa maglia e per chiudere al meglio la stagione.

Il Castelnuovo è squadra che non molla mai e giocherà le sue chance, ma lo stesso farà anche la squadra di Mario Palazzi che nello scontro diretto disputato all’andata ha pareggiato 0-0 in campo esterno, disputando una buona prestazione. “Nelle 3 gare che abbiamo giocato fin qui in questi play out – ha dichiarato il tecnico biancoverde – ci siamo sempre espressi su buoni livelli, come intensità, organizzazione, carattere ed interpretazione delle partite. Siamo stati una squadra e questo è l’aspetto che mi rende più orgoglioso e fiducioso. Abbiamo fatto grandi passi avanti, dimostrando di voler raggiungere l’obiettivo con tutte le nostre forze. Siamo in testa alla classifica del triangolare e vogliamo rimanerci per certificare la salvezza, dando sempre il massimo e puntando al massimo. Scenderemo in campo per fare la nostra partita, come nelle altre occasioni, sapendo che abbiamo le qualità per riuscirci. Rispettiamo ogni avversaria, ma crediamo in noi stessi e dovremo farci valere, mettendo l’anima in questa partita. Con determinazione, umiltà, serenità, giocando a calcio e facendolo da squadra, con quello spirito che ha caratterizzato il nostro percorso. Siamo vicini al traguardo e vogliamo chiudere la stagione regalandoci una meritata gioia e regalandola ovviamente alla società, ai nostri tifosi, ad Anghiari”.

Tutti a disposizione in casa Baldaccio, mentre nel Castelnuovo mancheranno gli squalificati Piacentini ed El Hadoui Amine.

IL DODICESIMO UOMO

Dare tutto quindi per compiere l’ultimo passo e festeggiare la salvezza assieme ai tifosi. Proprio gli anghiaresi saranno chiamati a sostenere la squadra in questi decisivi 90 minuti e a diventare a tutti gli effetti IL DODICESIMO UOMO. La Baldaccio ha bisogno del suo pubblico e la permanenza in categoria rappresenta un motivo di orgoglio non soltanto per la società, per la squadra e per lo staff tecnico, ma anche per tutto il PAESE DI ANGHIARI. Tutti insieme quindi, uniti verso l’obiettivo.

Forza ragazzi, FORZA BALDACCIO!!

striscione tutti allo stadio

striscione tutti allo stadio

Scrivi un Commento

(richiesto)

(richiesto)