La presentazione del match esterno con il Signa

La presentazione del match esterno con il Signa

Dopo il pareggio interno con la Bucinese per la Baldaccio è il momento di affrontare la difficile trasferta di Signa.

Domenica 18 novembre alle ore 14:30 la Baldaccio Bruni Anghiari affronterà in trasferta il Signa nel match valevole per la 12° giornata del campionato di Eccellenza Toscana Girone B. La squadra di mister Chiarini dovrà cercare di allungare la striscia positiva e di confermare quanto fatto finora nelle gare disputate fuori casa (13 punti su 15 sono stati infatti ottenuti lontano dal Saverio Zanchi).

Il rammarico per i tanti episodi avversi che hanno caratterizzato il pareggio interno con la Bucinese fa ormai parte del passato ed è importante avere voltato pagina senza guardarsi indietro. Le assenze per i cartellini rossi rimediati domenica impediranno a Castellano e Terzi di essere in campo, ma chi sarà chiamato in causa avrà la possibilità di dimostrare il proprio valore e di fornire un determinante contributo. In una gara difficile come quella contro il Signa servirà infatti l’apporto di tutti.

I numeri della Baldaccio

La Baldaccio Bruni è reduce da 5 risultati utili consecutivi (vittorie esterne contro Fortis Juventus, Badesse e Foiano e pareggi casalinghi con Rignanese e Bucinese) ed occupa l’8° posto in classifica con 15 punti all’attivo. I biancoverdi hanno finora centrato 4 affermazioni, 3 pareggi e 3 sconfitte con 16 gol segnati e 15 incassati.

La squadra diretta da mister Chiarini ha tenuto un ritmo esterno da capogiro con 4 successi e 1 pareggio su 5 partite disputate (pari con il Valdarno poi solo trionfi con Pratovecchio, Fortis Juventus, Badesse e Foiano). Lontano dal Saverio Zanchi i tiberini non hanno mai perso e sono andati a segno 11 volte ed hanno incassato appena 4 reti.

Mister Chiarini dovrà rinunciare agli infortunati Bruschi e Rosati e agli squalificati Terzi e Castellano (appiedato per 2 turni dal giudice sportivo).

I numeri del Signa

Nelle 10 partite fin qui giocate il Signa ha collezionato 12 punti, in virtù di 3 successi, 3 pareggi e 4 sconfitte, con 10 gol segnati (quintultimo attacco) e 12 incassati (quinta difesa meno battuta assieme alla Rignanese). La compagine fiorentina è reduce dal pareggio esterno con l’Antella e nelle ultime 6 giornate ha conquistato appena 2 punti perdendo addirittura 4 volte. Una evidente flessione quindi dopo un inizio formidabile (3 affermazioni e 1 pareggio nei primi 4 match). Il Signa non vince dallo scorso 7 ottobre (1-0 in trasferta con la Castiglionese).

Nei 5 confronti giocati tra le mura amiche il Signa ha collezionato 4 punti, frutto di 1 successo, 1 pareggio e 3 ko (6 gol all’attivo e 8 al passivo). Da segnalare che nelle ultime 3 sfide disputate di fronte al pubblico amico sono maturate altrettante sconfitte (contro però tre compagini di alo livello quali Poggibonsi, Grassina e Zenith Audax).

I precedenti tra Baldaccio e Signa

Nelle ultime 3 stagioni Baldaccio e Signa si sono incontrate 6 volte. I biancoverdi hanno ottenuto 3 vittorie (1-0 in trasferta il 23 ottobre 2016, 3-1 in casa il 19 febbraio 2017 e 1-0 sempre al Saverio Zanchi il 12 novembre 2017), 1 pareggio (0-0 in terra fiorentina il 4 marzo 2018 nell’ultimo scontro diretto disputato in ordine cronologico) e 2 ko (1-0 fuori casa il 20 dicembre 2015 e 0-2 ad Anghiari il 17 aprile 2016 nella gara che di fatto condannò gli anghiaresi al play out con il Maliseti Tobbianese).

I biancoverdi sono leggermente avanti non solo nei risultati, ma anche nel computo dei gol realizzati (5-4) e sono tra l’altro in serie positiva da 4 partite (3 successi e 1 pari nelle ultime 2 stagioni dopo le 2 sconfitte del 2015-2016. In perfetta parità il bilancio nelle 3 gare disputate in terra fiorentina con 1 vittoria per la Baldaccio, 1 pareggio e 1 successo del Signa (con appena 1 gol realizzato per parte).

Avanti senza timori

I 5 risultati utili consecutivi ed il superlativo rendimento esterno mettono la Baldaccio in condizione di affrontare la trasferta di Signa con la necessaria consapevolezza, il negativo momento vissuto dai fiorentini non deve fare invece abbassare la guardia. I biancoverdi dovranno scendere in campo con il piglio giusto perché si troveranno di fronte una squadra agguerrita che giocherà con il “coltello tra i denti” per invertire la rotta e tornare a sorridere. Sarà una sfida molto importante in un campionato equilibrato ed ancora lontano dal fornire indicazioni definitive. Lo conferma una graduatoria ancora corta che lascia aperta ogni possibilità. Avanti allora senza timori.

FORZA BALDACCIO..!!

Scrivi un Commento

(richiesto)

(richiesto)