Match esterno con il Grassina da affrontare con testa e cuore

Match esterno con il Grassina da affrontare con testa e cuore

Nel 19° turno di campionato Baldaccio in trasferta con il fanalino di coda Grassina. Mister Palazzi suona la carica: “Dovremo giocare con grinta e gestire con lucidità i momenti della sfida”

Passaggio fondamentale nel cammino verso la salvezza della Baldaccio Bruni Anghiari. Inutile nasconderlo. I biancoverdi nel 19° turno del campionato di Eccellenza Toscana Girone C saranno infatti di scena sul campo del Grassina ultimo in classifica, in un match non ancora decisivo, ma molto importante nell’economia della stagione. Uno scontro diretto da affrontare con grande determinazione che giunge a 4 giornate dalla conclusione del campionato e che deve rappresentare un punto di svolta nel cammino del team anghiarese. La Baldaccio arriva al confronto di Grassina dopo i pareggi contro Antella in trasferta e Sinalunghese in casa (entrambi con il punteggio di 1-1) ottenuti al termine di due buone prestazioni che avrebbero meritato per la verità maggior fortuna. Lo ha sottolineato anche il tecnico biancoverde Mario Palazzi“Non siamo riusciti a conquistare il massimo risultato, ma abbiamo giocato due belle partite e sono soddisfatto di quello che ha espresso la squadra. Potevamo ovviamente fare di più soprattutto nei singoli episodi e su questo dobbiamo migliorare in fretta, però stiamo crescendo a lo abbiamo dimostrato anche contro la Sinalunghese che è tra le compagini più forti del campionato”.

La Baldaccio ha dovuto rinviare ancora l’appuntamento con una vittoria che manca dallo scorso 4 dicembre (2-1 in casa contro il Terranuova Traiana) e con i 3 punti conquistati nelle ultime 8 gare disputate (3 pareggi e 5 ko) è scivolata al quartultimo posto in classifica assieme a Foiano e Antella (6 le lunghezze di margine sul fanalino di coda Grassina e -1 dal Porta Romana quintultimo). Gli anghiaresi hanno fin qui raccolto 19 punti, in conseguenza di 4 affermazioni, 7 pari e 7 ko (10 reti realizzate e 20 subite), appena 4 dei quali conquistati nelle 9 gare disputate in trasferta (4 pareggi e 5 sconfitte) ritrovando però nell’ultimo match esterno contro l’Antella un gol fuori casa che mancava addirittura da 715 minuti. Contro il Grassina servirà ovviamente una scossa, come confermato da Mario Palazzi. “La classifica è molto corta e piuttosto ingarbugliata. Le ultime 4 giornate saranno caratterizzate da tanti scontri diretti e con 12 punti in palio tutto può ancora accadere. La sfida di domenica rappresenta un passaggio importante e dovremo affrontarla al meglio, per dare un input positivo al nostro finale di stagione. Ci siamo preparati bene e siamo concentrati sull’obiettivo”.

Il Grassina occupa l’ultimo posto in classifica a quota 13 punti (3 vittorie, 4 pareggi e 11 sconfitte, con 11 gol segnati e 20 incassati), non conquista l’intera posta in palio dal 27 febbraio (2-1 in casa con la Chiantigiana), nelle ultime 3 giornate ha raccolto appena 2 punti (1-1 sul campo del Firenze Ovest domenica scorsa, dopo i ko rimediati in trasferta contro il Porta Romana ed in casa contro il Terranuova Traiana), ma nelle 6 partite disputate dal 13 febbraio (data in cui è ripreso il campionato) ha rosicchiato 4 punti alla Baldaccio (7 contro 3). Il team di mister Pozzi in casa ha giocato 9 gare raccogliendo solo 7 punti (2 affermazioni, 1 pareggio e 6 sconfitte, con 9 reti all’attivo e 11 al passivo). All’andata, lo scorso 21 novembre, i biancoverdi vinsero 2-1.

Nella Baldaccio rientrerà Bruschi dopo il turno di squalifica, ma mancheranno perché appiedati dal giudice sportivo Bartolomei e soprattutto Kameni. Dopo la gara in terra fiorentina, il team tiberino affronterà nelle ultime 3 giornate Chiantigiana in casa, Terranuova Traiana in trasferta e Foiano tra le mura amiche. “Partita difficile ovviamente e di grande importanza – ha spiegato mister Palazzi ma lo stesso discorso vale ancora di più per il Grassina che domenica si giocherà le residue chance di evitare la retrocessione diretta. Per loro sarà l’ultima spiaggia, per noi no e per questo motivo dovremo essere abili nel leggere bene i vari momenti del match e giocare con intelligenza e lucidità. Cuore, gambe e soprattutto la testa saranno fondamentali in questa circostanza più che mai, assieme alla consapevolezza nei nostri mezzi, ad un pizzico di sfrontatezza e a un’attenzione che deve per forza di cose essere massima. Ci aspetta un confronto difficile anche perché il Grassina nonostante l’ultimo posto in classifica può contare su tanti giocatori di ottimo livello, ma noi siamo pronti alla sfida. Le assenze? Fanno parte del gioco e ho fiducia in chi giocherà, perché sto ricevendo risposte positive da tutti”.

Forza ragazzi, lo sprint finale è lanciato, è il momento di alzarsi sui pedali e di spingere a tutta!

FORZA BALDACCIO!!!

Scrivi un Commento

(richiesto)

(richiesto)